stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Villar Perosa
Stai navigando in : Territorio > I Valdesi
I Valdesi
I Valdesi

I VALDESI

Un inquadramento storico, seppur per linee molto generali, non può tralasciare un fatto di notevole portata che venne a complicare ancor più le già complesse vicende di queste terre. Si tratta dell'insediamento dei Valdesi, seguaci di Pietro Valdo, un mercante di Lione che predicava la povertà e l'assoluta obbedienza all'Evangelo: erano per lo più predicatori e profughi della Provenza che giunsero a popolare queste vallate del sec. XIII.

Dapprima essi trovarono asilo presso i vari signorotti locali e gli stessi signori di Albo, poi questi, pressati dalla chiesa di Roma, iniziarono un'aspra lotta contro l'eresia, che mise a ferro e a fuoco per alcuni secoli le valli. I Valdesi riuscirono tuttavia a sopravvivere alle persecuzioni e aderirono alla Riforma protestante nel 1532, divenendo così un Chiesa vera e propria, che a poco a poco si diffuse a macchia d'olio abolendo le parrocchie cattoliche esistenti.

Poi seguirono dure repressioni da parte di Luigi XIV e del duca di Savoia, e i Valdesi furono costretti nel 1686 a varcare la frontiera svizzera. Tornarono tre anni più tardi con una famosa traversata delle Alpi che prese il nome di "Glorioso Rimpatrio" e dopo un altro periodo di intolleranza durante il quale rimasero relegati nel loro "ghetto alpino" ottennero nel 1848 dal re Carlo Alberto le libertà civile e politica.

Ulteriori approfondimenti sulla cultura Valdese.


   Il Territorio
Comune di Villar Perosa - Piazza della Libertà, 1 - 10069 Villar Perosa (TO)
  Tel: 0121.51001   Fax: 0121.515322
  Codice Fiscale: 01136320015   Partita IVA: 01136320015
  P.E.C.: villar.perosa@cert.ruparpiemonte.it   Email: segreteria@comune.villarperosa.to.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.